La terapia del dolore nel paziente pediatrico con malattia cronica: proposta di uno strumento tascabile per la valutazione e il trattamento del sintomo

Also available in english

A cura di:
Pellegatta F. (1), Canesi M. (1), Moretto A. (2), Jankovic M. (3)
(1) Infermiere, Clinica Pediatrica, Università di Milano-Bicocca, Fondazione MBBM, Azienda ospedaliera San Gerardo, Monza
(2) Servizio di Anestesia e Rianimazione, Azienda Ospedaliera San Gerardo, Monza
(3) Medico Responsabile, Clinica Pediatrica, Università di Milano-Bicocca, Fondazione MBBM, Azienda ospedaliera San Gerardo, Monza

Razionale
Il dolore nel bambino è ancora oggi un difficile banco di prova per gli operatori sanitari. Si stima che più dell’80% dei ricoveri ospedalieri in ambito pediatrico sia dovuto a patologie che presentano, fra i vari sintomi, anche dolore. Per alcune branche della pediatria il problema dolore è parte integrante dell’approccio quotidiano al bambino e all’adolescente malato. L’incremento della prevalenza dei bambini portatori di malattia inguaribile e/o disabilità grave che si è evidenziato nei Paesi occidentali in questi ultimi anni contribuisce ad accentuare le necessità di competenze specifiche di trattamento del dolore.
Tuttavia, nonostante la trasversalità e frequenza del sintomo, la consapevolezza di quanto questo abbia un’importante ricaduta sulla qualità della vita anche e soprattutto in ambito pediatrico, e la possibilità presente in letteratura di dare adeguata risposta, sono moltissime le conferme che il dolore del bambino continua ad essere ancora oggetto di un’attenzione limitata.
Un gruppo multi-specialistico della Clinica Pediatrica della Fondazione MBBM e dell’AO San Gerardo di Monza, ha lavorato alla creazione di un’istruzione operativa, convertita poi in strumento tascabile, che ha la presunzione di contribuire a migliorare la gestione in toto del sintomo dolore in ambito pediatrico.
Materiali e metodi
La stesura del documento è stata curata da un gruppo multi-specialistico composto da 5 pediatri, 3 anestesisti e 2 infermieri.
Il progetto ha previsto 5 fasi di sviluppo:
1. Condivisione di obiettivi e delle strategie di identificazione/sviluppo secondo le specifiche aree di competenza
2. Analisi della letteratura e dei documenti a disposizione al fine di raccogliere le più aggiornate indicazioni di valutazione e trattamento del sintomo dolore in campo pediatrico
3. Proposte di bozze e revisione da parte dei sottogruppi di lavoro
4. Condivisione del lavoro finale in un gruppo ristretto
5. Condivisione e verifica della bozza finale del lavoro ad opera di un gruppo allargato di esperti del servizio di Qualità e Accreditamento.
Risultati
Lo strumento prodotto è diviso in 5 sezioni. Nella prima si trovano racchiuse le indicazioni relative alle metodologie e agli strumenti di valutazione del dolore in ambito pediatrico. Al fine di migliorare la pratica di rilevazione delle caratteristiche del dolore, gli strumenti individuati sono stati raccolti in un algometro tascabile. Nella seconda sezione si trova la “Terapia farmacologica del dolore” con dosaggi, limiti per età e peso e le formulazioni disponibili sul territorio italiano dei farmaci non oppioidi, oppioidi deboli e forti. Si è reso necessario identificare visivamente i farmaci con uso off-label. I vantaggi e gli svantaggi di ogni molecola oppioide prima menzionate sono stati racchiusi in una tabella che costituisce la sezione “Scelta dell’oppioide”. Nella quarta parte del documento, troviamo le dosi equianalgesiche, le raccomandazioni sulla somministrazione dei farmaci oppioidi forti, le indicazioni per mettere in atto lo switch degli oppioidi, gestire il breaktrough pain e trattare gli effetti collaterali delle terapie. L’ultima sezione è relativa ai farmaci adiuvanti.
Conclusioni
L’introduzione di uno strumento che contiene le indicazioni sulla valutazione e il trattamento del dolore vuole essere un aiuto all’attività clinica dei professionisti che si interfacciano più o meno frequentemente con la gestione del sintomo in ambito pediatrico.
Bibliografia
A. Di Bari, A. Destrebecq, F. Osnaghi et all. Traduzione e validazione in Italiano della scala Revised FLACC per la valutazione del dolore nel bambino con grave ritardo mentale. Pain Nursing Magazine, Dicembre 2014 3(4)
A. Ramelet, N.W.Rees, S.Macdonald et all. Clinical validation of the multidimensional assessment of pain scale. Paediatric Anaesthesia, 2007, 17: 1156-1165.
D.Lg n° 38 del 15 marzo 2010. Disposizioni per garantire l’accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 65 del 19 marzo 2010
Ministero della salute. Cure palliative rivolte al neonato, bambino e adolescente. Documento tecnico della Commissione per le cure palliative pediatriche.
Ministero della salute. Il dolore nel bambino. Strumenti pratici per la valutazione.
P. Ferrante, M. Cuttini, T. Zangardi et all. Pain Management policies and practices in pediatric emergency care: a national wide survey of Italian hospitals. BMC Pediatrics, 2013, 13:239
C. Pò, F. Benini, L. Sainati et all. Procedural pain management in Italy: learning from a national wide survey involving centres of the Italian Association on Paediatric Haematology-Oncology. Paediatr Rep. 2011 Sep 30;3(4):e34.
Lerman Cotè Steward. Manual of paediatric anaesthesia.
WHO guidelines on the pharmacological treatment of persisting pain in children with medical illness.
L. Manfredini. Farmaci del dolore: documento funzionale assistenza e terapia domiciliare; dipartimento di ematologia ed oncologia pediatrica, Istituto Giannina Gaslini

Abstract pubblicato nel libro Atti 40° Congresso 2017 Associazione Italiana per lo Studio del Dolore www.aisd.it

Copyright 2017 Associazione Italiana per lo Studio del Dolore www.aisd.it