Utilizzo della Abbey Pain Scale in Giappone

Also available in english

Takai Y, Yamamoto-Mitani N, Chiba Y, Kato A.
Feasibility and clinical utility of the Japanese version of the Abbey pain scale in Japanese aged care.
Pain Manag Nurs. 2014;15(2):439-48.

Questo studio ha esaminato la fattibilità e l’utilità clinica della versione giapponese della Abbey Pain Scale (APS-J). L’utilizzo di scale di valutazione del dolore in strutture per anziani giapponesi non era stato descritto in precedenza. Lo studio ha coinvolto ricercatori, infermieri e assistenti di due case di riposo, che hanno valutato indipendentemente il dolore degli ospiti residenti mediante l’APS-J, l’ICC (coefficiente di correlazione intraclasse), il coefficiente alpha di Cronbach. Questi i dati raccolti tra gli 88 residenti di due strutture per anziani: dati demografici, Barthel Index, Folstein Mini-Mental Examination (MMSE), 15-item Geriatric Depression Scale (GDS-15) e APS-J per il dolore.
L’ICC tra ricercatori e infermieri, tra ricercatori e operatori sanitari, tra infermieri e operatori sanitari era rispettivamente: 0,68, 0,74 e 0,76. Gli infermieri e gli operatori sanitari sono stati invitati a partecipare a interviste “focus group” per approfondire le loro opinioni riguardo l’uso della scala APS-J. Sia gli infermieri che gli operatori sanitari hanno dichiarato che gli elementi di osservazione della scala APS-J rispecchiavano i criteri normalmente utilizzati per valutare il dolore dei residenti. Molti di loro hanno notato un divario tra l’intensità del dolore stimata e il punteggio APS-J ottenuto. Sono stati anche indicati come poco chiari i criteri APS-J, è stata manifestata qualche difficoltà nell’osservare i pazienti anziani e le linee guida pratiche sono state giudicate insufficienti.