Le conoscenze e le attitudini degli infermieri nella gestione del dolore: una revisione narrativa della letteratura

RIASSUNTO
Introduzione. Il dolore è un problema sanitario sottovalutato e sottotrattato. La sua inefficace gestione può essere correlata anche ad una carente conoscenza e attitudine del personale sanitario e, in particolare, del personale infermieristico che opera all’interno dei sistemi sanitari. Lo scopo di questa revisione è di descrivere i risultati degli studi sulle conoscenze e sulle attitudini degli infermieri nella valutazione e gestione del dolore.
Metodi. È stata effettuata una revisione bibliografica, dal 2004 al 2014, utilizzando le banche dati CINHAL, ILISI e Pubmed, includendo tutti gli studi che focalizzavano l’attenzione sulla misurazione delle conoscenze e attitudini degli infermieri nella valutazione e gestione del dolore. Le queries di ricerca sono state ottenute utilizzando le parole chiave education, knowledge, pain, pain management, attitudes, nurses con gli operatori booleani AND, OR o NOT.
Risultati. Sono stati ottenuti 417 articoli di cui eleggibili 37. La maggior parte degli articoli ha evidenziato una conoscenza insufficiente e attitudini limitate da parte del personale infermieristico sulla valutazione e trattamento del dolore. Permangono attitudini consolidate e obsolete e resistenze sull’uso di oppioidi, per timore dei loro effetti collaterali, e sull’uso di strumenti validati utili a misurare il dolore, insieme ad altri condizionamenti causati dal limitato numero di infermieri, insufficiente a garantire più adeguate possibilità di valutazione e gestione del dolore. I livelli di competenza infermieristica sono risultati lievemente migliori negli infermieri in possesso di una formazione post-base o aggiornati con periodici corsi di formazione o che lavorano in strutture specialistiche, dove si affronta quotidianamente il problema “dolore”.
Conclusioni. Sono necessari ulteriori studi in grado di monitorare il livello di conoscenza e di attitudini nella gestione del dolore da parte degli infermieri, e, in particolare in Italia, opportuni programmi educativi rivolti alla riduzione dei gap formativi necessari a limitare la sofferenza.

PAROLE CHIAVE: attitudini, conoscenze, dolore, formazione, infermieri, gestione del dolore.

Leggi tutto Le conoscenze e le attitudini degli infermieri nella gestione del dolore: una revisione narrativa della letteratura

Il ruolo dell’infermiere nel trattamento precoce del dolore in triage. L’esperienza del Pronto Soccorso di Pinerolo

RIASSUNTO
Obiettivi. Recentemente la Joint Commission International (JCI) ha affermato che il dolore non trattato è uno dei principali responsabili degli effetti avversi sia fisici che psicologici: per questo motivo è arrivata a considerare il dolore come quinto segno vitale. Il dolore è infatti il sintomo più frequente che spinge le persone a presentarsi in Pronto Soccorso e spesso è sottovalutato e inadeguatamente trattato.
L’obiettivo dello studio è valutare l’efficacia e l’efficienza del protocollo messo in uso presso il Pronto Soccorso di Pinerolo, al fine di ottenere un rapido controllo del dolore al triage e di migliorare la “presa in carico” dell’assistito.
Metodi. Compilazione delle schede di triage e rilevazione dei dati sulla somministrazione della terapia antidolorifica. Somministrazione di un questionario agli utenti trattati per dolore al triage. Somministrazione di un questionario a tutti gli infermieri triagisti, per valutare la loro opinione riguardo l’aspetto del dolore ed al trattamento precoce in Pronto Soccorso.
Risultati. Lo studio è stato effettuato da agosto ad ottobre 2013. Dei 180 utenti presentatisi in Pronto Soccorso con dolore, nel 51% dei casi è stata somministrata terapia al triage secondo protocollo. Nei casi in cui la terapia non è stata somministrata (49%), la motivazione è stata dettata da un rifiuto della persona (81%), mentre nel 17% dei casi veniva riferita assunzione di terapia antidolorifica a domicilio.
L’83% degli assistiti riferisce diminuzione del sintomo dolore. L’introduzione del protocollo ha ridotto a 5 minuti l’attesa media per il trattamento del dolore, rispetto ai 45 minuti previsti per la valutazione medica. Il protocollo è utilizzato da tutti gli infermieri di triage. Il 75% ritiene che il dolore è un sintomo importante da considerare come quinto segno vitale. Il 95% degli utenti ha dichiarato di sentirsi prontamente preso in carico e per l’83% gli infermieri prestano attenzione al dolore. Per il 70% delle persone trattate, l’attesa risulta meno lunga. Non si è verificato nessun evento avverso in seguito della somministrazione della terapia antidolorifica.
Conclusioni. Il protocollo messo in uso è efficace, ha apportato beneficio agli assistiti, migliorando di conseguenza l’assistenza erogata e la qualità delle cure.
PAROLE CHIAVE: dolore, pronto soccorso, protocollo, terapia antidolorifica, triage.

Leggi tutto Il ruolo dell’infermiere nel trattamento precoce del dolore in triage. L’esperienza del Pronto Soccorso di Pinerolo

CRPS-I di origine neoplastica trattata tramite posizionamento di cateterino perineurale: case report

RIASSUNTO
Descriviamo il caso di una paziente con sindrome dolorosa regionale complessa di tipo I (CRPS-I), a livello dell’arto superiore sinistro, secondaria a infiltrazione del plesso brachiale sinistro da carcinoma mammario, trattato con blocco del plesso brachiale, continuo, per via infraclaveare.
PAROLE CHIAVE: sindrome dolorosa regionale complessa, blocco del plesso brachiale, continuo per via infraclaveare, carcinoma mammario.

Leggi tutto CRPS-I di origine neoplastica trattata tramite posizionamento di cateterino perineurale: case report

Utilizzo della Vacuum Assisted Closure Therapy (VAC Therapy)

RIASSUNTO

Viene descritto il caso di un paziente diabetico che ha subito l’asportazione delle dita del piede destro per la comparsa di un’infezione che si è diffusa tra le stesse. Al fine di migliorare le condizioni della ferita, che con l’ausilio di medicazioni tradizionali non ha ricevuto benefici, è stato applicato un regime di Vacuum Assisted Closure Therapy (V.A.C Therapy). Già nell’arco di tre sostituzioni della medicazione si sono potuti riscontrare i notevoli benefici che la lesione ha tratto da questa medicazione avanzata.
Parole chiave: piede diabetico, infezione, cura delle ferite, VAC Therapy

Leggi tutto Utilizzo della Vacuum Assisted Closure Therapy (VAC Therapy)

La percezione del dolore tra gli infermieri di neonatologia: indagine USA/Cina

Nonostante la conoscenza sul dolore neonatale sia migliorata, il dolore neonatale è ancora poco riconosciuto, sottotrattato ed è sempre una sfida. Lo studio descrive un’indagine condotta su 343 infermieri di neonatalogia (237 statunitensi e 106 cinesi) per conoscere loro percezione e conoscenza del dolore infantile. Le risposte degli infermieri sul dolore neonatale hanno dimostrato adeguate conoscenze dei concetti generali del dolore, ma sono emerse carenze su alcune tematiche (per esempio, neonati prematuri e conseguenze a lungo termine del dolore). La maggior parte ha confermato di usare regolarmente gli strumenti di valutazione del dolore, ma pochi erano sicuri che lo strumento utilizzato fosse adeguato e preciso. Gli infermieri americani (83%) si sentivano più sicuri rispetto ai colleghi cinesi (58%) nell’uso dei farmaci, mentre gli infermieri cinesi (78%) hanno riconosciuto l’efficacia degli interventi non farmacologici, rispetto ai colleghi americani (61%). Circa la metà ha riferito che il dolore nelle loro unità era ben gestito (americani: 44,3%; cinesi: 55,7%), e meno della metà ritiene che i protocolli sul dolore siano basati sulla ricerca (americani: 42,6%; cinesi: 34,9%). La percezione di una buona gestione del dolore nei propri reparti era significativamente correlata a un’adeguata formazione, all’utilizzo di strumenti precisi e a protocolli basati sulla ricerca. Ostacoli a una gestione efficace del dolore erano rappresentati da: resistenza al cambiamento, mancanza di conoscenza, mancanza di tempo, paura degli effetti collaterali di farmaci antidolorifici e mancanza di fiducia negli strumenti. L’indagine ha comunque evidenziato la preoccupazione che il dolore non sia stato ben gestito in molte unità di terapia intensiva neonatale negli Stati Uniti e in Cina.

Cong X, McGrath JM, Delaney C, Chen H, Liang S, Vazquez V, Keating L, Chang K, Dejong A. Neonatal Nurses’ Perceptions of Pain Management: Survey of the United States and China. Pain Management Nursing 2014;15:834-844.

Leggi tutto La percezione del dolore tra gli infermieri di neonatologia: indagine USA/Cina