Efficacia della Palmitoiletanolamide-ultramicronizzata in add-on ad un trattamento multi-target del dolore cronico. Indagine osservazionale prospettica vs retrospettiva

Riassunto Scopo: Nella presente indagine osservazionale è stata valutata l’efficacia della somministrazione di Palmitoiletanolamide-ultramicronizzata inadd‑ona ossicodone/naloxone+pregabalin, nell’attenuazione del dolore cronico, in confronto alla sola terapia con…

Leggi tutto Efficacia della Palmitoiletanolamide-ultramicronizzata in add-on ad un trattamento multi-target del dolore cronico. Indagine osservazionale prospettica vs retrospettiva

La valutazione del dolore nel paziente fragile in emergenza sanitaria territoriale: un’analisi descrittiva nella Toscana del sud

RiassuntoLa valutazione del dolore in emergenza è una condizione necessaria per un’adeguata gestione del sintomo e costituisce un indicatore di qualità dell’assistenza. La mancanza di…

Leggi tutto La valutazione del dolore nel paziente fragile in emergenza sanitaria territoriale: un’analisi descrittiva nella Toscana del sud

La gestione del dolore nei codici minori in pronto soccorso: sperimentazione di un protocollo

Riassunto 

Un importante indicatore della qualità del servizio di Pronto Soccorso (PS) è il trattamento appropriato e tempestivo del dolore anche per i codici minori. Un paziente sofferente risulterà meno collaborante con il personale sanitario. L’infermiere di Triage è il primo professionista a valutare il dolore nell’utente: uno dei metodi che si è rivelato essere performante per la gestione del dolore, è quello in cui l’infermiere di triage somministri i farmaci antalgici, seguendo specifici protocolli. L’articolo descrive l’esperienza del team del Pronto Soccorso dell’ospedale U. Parini di Aosta nella creazione ed applicazione di un protocollo per la gestione del dolore nei codici minori.
Parole chiave: Pronto Soccorso, dolore nei codici minori

Ricevuto il 30 luglio 2019
Accettato dopo revisione il 24 settembre 2019

Leggi tutto La gestione del dolore nei codici minori in pronto soccorso: sperimentazione di un protocollo

La valutazione del benessere psicofisico nel paziente sottoposto ad intervento di chirurgia oncologica maggiore del distretto cervicofacciale trattato con il tocco armonico®

Riassunto

Obiettivo dello studio.L’obiettivo generale della ricerca è quello di valutare l’efficacia del Tocco Armonico®nel trattamento dei pazienti sottoposti ad intervento  di chirurgia oncologica maggiore del distretto cervicofacciale. Metodo. Da gennaio 2015 a settembre 2017 pazienti trattati 93; 81 uomini, 12 donne, età media 60 anni. I pazienti sono stati sottoposti al trattamento secondo le seguenti modalità: la sera prima dell’intervento chirurgico, nel post operatorio al rientro in corsia e durante la degenza post operatoria. I pazienti oggetto dell’indagine in totale sono stati 90; studiati con intervista a risposte aperte, semi strutturata, registrata e trascritta direttamente dall’intervistatore, persona al di fuori del contesto assistenziale. Mediante l’intervista è stato chiesto al paziente di descrivere l’esperienza del trattamento e le sensazioni di benessere o malessere provate. Risultati. L’80% dei pazienti riferisce sensazione di benessere e 42 di loro si sentono rilassati e tranquilli e  di aver migliorato la qualità del sonno e di dormire più a lungo. Un numero elevato di intervistati (60) ha sottolineato come malessere il dolore  e  45 di loro  hanno riferito una riduzione della sintomatologia. La nausea, è stata citata da quindici pazienti (16,6%) e nel 66,6%  è regredita. Discussione. L’utilizzo del Tocco Armonico®offre al paziente notevoli potenzialità d’aiuto per affrontare con energia il duro percorso post operatorio. I risultati dell’indagine riportano la chiara soddisfazione degli intervistati, i quali la correlano a un miglioramento del proprio  stato di benessere.

Parole chiave:chirurgia oncologica, distretto cervicofacciale, dolore, miglioramento benessere, Tocco Armonico®
Ricevuto il: 6 settembre 2019
Accettato dopo revisione il 23 settembre 2019

Leggi tutto La valutazione del benessere psicofisico nel paziente sottoposto ad intervento di chirurgia oncologica maggiore del distretto cervicofacciale trattato con il tocco armonico®

Attitudini e conoscenze sul dolore tra gli studenti del Corso di Laurea in Infermieristica nella città metropolitana di Roma

RIASSUNTO

Introduzione. Il dolore è uno dei sintomi più frequenti per cui le persone richiedono cure sanitarie. La sua valutazione e gestione rappresentano uno degli obiettivi didattici di apprendimento prioritari nella formazione accademica degli infermieri. Obiettivo di questa indagine è descrivere le attitudini e il livello di conoscenze di base posseduto dagli studenti universitari del corso di laurea in Infermieristica in relazione alla gestione del dolore.

Metodi. È stato realizzato uno studio osservazionale su un campione di non probabilistico di circa 600 studenti universitari frequentanti il triennio del corso di laurea in Infermieristica, di tre differenti Atenei romani, quali Sapienza, Tor Vergata e Cattolica del Sacro Cuore, attraverso la distribuzione di un questionario auto-somministrato (PAK). I dati sono stati elaborati per statistica descrittiva.

Risultati. È stato ottenuto un tasso di risposta pari all’83%. Dai risultati di questa indagine emerge che gli studenti infermieri sembrano mostrare inadeguate conoscenze e attitudini in merito alla valutazione e gestione del dolore. Sebbene attitudini e conoscenze migliorino durante il triennio, la percentuale di risposte sbagliate rimane alta, intorno al 50%, in particolare per quanto riguarda gli aspetti legati alla valutazione. Anche le esperienze in ambito clinico specifiche sul dolore risultano limitate e sporadiche e poco strutturate in un percorso di apprendimento.

Conclusioni. Lo studio evidenzia e conferma quanto ottenuto da un precedente studio italiano, in quanto gli studenti infermieri, nonostante siano formati in tal senso, non hanno livelli di performance accettabili in merito alla valutazione e gestione del dolore. I curricula probabilmente dovrebbero dare maggiore enfasi a obiettivi di apprendimento indispensabili nel curriculum degli infermieri che quotidianamente si occupano anche di alleviare le sofferenze dei pazienti di cui si prendono cura.

Parole chiave: laurea in infermieristica, gestione del dolore, attitudini, conoscenze, Italia

Leggi tutto Attitudini e conoscenze sul dolore tra gli studenti del Corso di Laurea in Infermieristica nella città metropolitana di Roma

Valutazione del dolore nel paziente che si sottopone a TC encefalo

RIASSUNTO

iI tema del dolore ricopre un ruolo fondamentale nel panorama scientifico e sociale attuale.
Il “nuovo” Ospedale deve essere sì un luogo a misura d’uomo, centrato sulla persona e sulle sue esigenze, luogo della guarigione, della cura, ma anche un ambiente in cui farsi carico del disagio e del dolore cui i pazienti vengono sottoposti durante la loro permanenza. Molti studi sono stati compiuti in ambito infermieristico e psicologico, ma nulla che possa essere strettamente legato all’ambito radiologico. È con queste premesse che nasce l’esigenza di valutare/misurare il dolore nei pazienti che vengono sottoposti a indagine diagnostica e più nello specifico durante l’esecuzione dell’esame radiodiagnostico TC encefalo basale, una metodica diagnostica radiologica di prima istanza, soprattutto in ambito neurologico e, per numero di richieste, il miglior target procedurale di analisi. L’articolo descrive i dati raccolti in un campione di pazienti, provenienti dal solo Pronto Soccorso (A.O. Ordine Mauriziano e l’A.O.U. Città della Salute e della Scienza di Torino), che in seguito a richiesta del medico di PS sono stati sottoposti a TC encefalo basale durante il periodo di osservazione, con età superiore a 40 anni.

Parole chiave: dolore procedurale, esame radiodiagnostico, scale valutazione dolore

Leggi tutto Valutazione del dolore nel paziente che si sottopone a TC encefalo