La gestione del dolore nei codici minori in pronto soccorso: sperimentazione di un protocollo

Riassunto 

Un importante indicatore della qualità del servizio di Pronto Soccorso (PS) è il trattamento appropriato e tempestivo del dolore anche per i codici minori. Un paziente sofferente risulterà meno collaborante con il personale sanitario. L’infermiere di Triage è il primo professionista a valutare il dolore nell’utente: uno dei metodi che si è rivelato essere performante per la gestione del dolore, è quello in cui l’infermiere di triage somministri i farmaci antalgici, seguendo specifici protocolli. L’articolo descrive l’esperienza del team del Pronto Soccorso dell’ospedale U. Parini di Aosta nella creazione ed applicazione di un protocollo per la gestione del dolore nei codici minori.
Parole chiave: Pronto Soccorso, dolore nei codici minori

Ricevuto il 30 luglio 2019
Accettato dopo revisione il 24 settembre 2019

Leggi tutto La gestione del dolore nei codici minori in pronto soccorso: sperimentazione di un protocollo

La valutazione del benessere psicofisico nel paziente sottoposto ad intervento di chirurgia oncologica maggiore del distretto cervicofacciale trattato con il tocco armonico®

Riassunto

Obiettivo dello studio.L’obiettivo generale della ricerca è quello di valutare l’efficacia del Tocco Armonico®nel trattamento dei pazienti sottoposti ad intervento  di chirurgia oncologica maggiore del distretto cervicofacciale. Metodo. Da gennaio 2015 a settembre 2017 pazienti trattati 93; 81 uomini, 12 donne, età media 60 anni. I pazienti sono stati sottoposti al trattamento secondo le seguenti modalità: la sera prima dell’intervento chirurgico, nel post operatorio al rientro in corsia e durante la degenza post operatoria. I pazienti oggetto dell’indagine in totale sono stati 90; studiati con intervista a risposte aperte, semi strutturata, registrata e trascritta direttamente dall’intervistatore, persona al di fuori del contesto assistenziale. Mediante l’intervista è stato chiesto al paziente di descrivere l’esperienza del trattamento e le sensazioni di benessere o malessere provate. Risultati. L’80% dei pazienti riferisce sensazione di benessere e 42 di loro si sentono rilassati e tranquilli e  di aver migliorato la qualità del sonno e di dormire più a lungo. Un numero elevato di intervistati (60) ha sottolineato come malessere il dolore  e  45 di loro  hanno riferito una riduzione della sintomatologia. La nausea, è stata citata da quindici pazienti (16,6%) e nel 66,6%  è regredita. Discussione. L’utilizzo del Tocco Armonico®offre al paziente notevoli potenzialità d’aiuto per affrontare con energia il duro percorso post operatorio. I risultati dell’indagine riportano la chiara soddisfazione degli intervistati, i quali la correlano a un miglioramento del proprio  stato di benessere.

Parole chiave:chirurgia oncologica, distretto cervicofacciale, dolore, miglioramento benessere, Tocco Armonico®
Ricevuto il: 6 settembre 2019
Accettato dopo revisione il 23 settembre 2019

Leggi tutto La valutazione del benessere psicofisico nel paziente sottoposto ad intervento di chirurgia oncologica maggiore del distretto cervicofacciale trattato con il tocco armonico®

La tetrodotossina come trattamento per il dolore oncologico: prospettive infermieristiche. Revisione della letteratura

Riassunto
Introduzione. Le strategie per affrontare il dolore cancro correlato non sono sempre efficaci. Si stanno studiando nuove possibilità di trattamento, tra cui la tetrodotossina (TTX), una sostanza presente in numerose specie di pesce palla, che blocca i canali di sodio. Obiettivo. L’obiettivo di questa revisione è quello di valutare l’efficacia e la sicurezza della TTX nella riduzione del dolore oncologico intrattabile. Materiali e metodi. È stata condotta una revisione sistematica della letteratura scientifica sulle banche dati Medline, Cinahl, Embase.
Risultati. La TTX può avere un efficace effetto analgesico nei pazienti e, si è dimostrata sicura e con pochi effetti collaterali. Discussione. Il numero di pazienti trattati non è sufficiente per poter affermare con certezza l’efficacia della TTX, è necessario approfondire la durata dell’effetto analgesico. Ulteriori studi sulla TTX sono necessari. La possibilità di poter utilizzare un farmaco con effetti collaterali minori rispetto le alternative, offrirebbe un miglioramento significativo della qualità della vita dei pazienti, pertanto l’interesse infermieristico nei confronti di questa sostanza rimane alto e meritevole di ulteriori studi che approfondiscano ulteriormente le variabili sopra descritte.

Parole chiave: cancro, dolore, tetrodotossina.
Ricevuto il: 28 agosto 2019
Accettato dopo revisione il: 13 settembre 2019

Leggi tutto La tetrodotossina come trattamento per il dolore oncologico: prospettive infermieristiche. Revisione della letteratura

Dolore cronico non oncologico e qualità di vita

Riassunto

Il dolore cronico non oncologico è il dolore che si manifesta in presenza di una malattia degenerativa e/o infiammatoria non guaribile. In questo caso il dolore si accentua con il progredire della patologia da cui è affetto il paziente, o persiste nonostante la guarigione dal processo patologico che lo ha determinato. Molti di questi malati, proprio a causa di un dolore persistente, vanno incontro a una progressiva riduzione della loro autonomia nelle attività della vita quotidiana e di relazione. Il dolore cronico non oncologico rappresenta un problema sanitario sottostimato in termini di salute pubblica. L’obiettivo di questa revisione è quello di identificare le cause del dolore e la sua incidenza sulla qualità di vita nei soggetti adulti. È stata realizzata una revisione della letteratura dal 2005 al 2015 utilizzando le emeroteche virtuali partendo dalle banche dati (PubMed, Cochrane Library, Ilisi). È stata effettuata una revisione narrativa degli articoli ottenuti. Sono stati esclusi articoli riguardanti fasce di età pediatriche e i pazienti oncologici. Sono stati selezionati 24 articoli. Questi studi, realizzati in diverse parti del mondo, riportano un tasso di prevalenza relativo al dolore cronico tra il 16-53%. Emerge una elevata eterogeneità di risultati relativi alle diagnosi e metodi.

Parole chiave: adulto, dolore, dolore cronico, infermieristica transculturale, prestazione di cure sanitarie, qualità di vita.
Ricevuto il 6 agosto 2019
Accettato dopo revisione il 12 settembre 2019

Leggi tutto Dolore cronico non oncologico e qualità di vita