La valutazione del benessere psicofisico nel paziente sottoposto ad intervento di chirurgia oncologica maggiore del distretto cervicofacciale trattato con il tocco armonico®

Introduzione
Il paziente sottoposto a intervento di chirurgia oncologica maggiore del distretto cervicofacciale è esposto ad elevato rischio di complicanze per il coinvolgimento di tre importanti funzioni vitali, quella respiratoria, fonatoria e deglutitoria, per la complessità clinica e per la sempre maggiore presenza di comorbilità.
Il decorso post-operatorio dei paziente, in relazione a questi fattori di rischio, è assai complesso e disagevole ed è reso più difficoltoso dalla presenza di una via respiratoria artificiale (cannula tracheale), dalla nutrizione enterale con SNG o PEG, per la presenza di accesso vascolare centrale, dal catetere vescicale, dalla pompa elastomerica (per il controllo del dolore) e da uno o più drenaggi di aspirazione latero-cervicali. Inoltre l’impossibilità a parlare e l’alterazione dell’immagine corporea creano nel paziente ansia e paura che, se non adeguatamente accolte, determinano un adattamento inadeguato al percorso di cura con ripercussioni negative sugli esiti clinici e sulla qualità di vita.
In questo contesto clinico assistenziale, presso il reparto universitario di Otorinolaringoiatria dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Città della Salute e della Scienza di Torino Presidio Ospedaliero “Molinette”, il gruppo infermieristico si è impegnato per migliorare la qualità delle cure e gli esiti clinici. In una visione olistica dell’assistenza e nell’ottica della personalizzazione delle cure, ha deciso di intraprendere un percorso formativo atto a sviluppare competenze avanzate nel settore delle terapie complementari, e più precisamente in quelle in grado di attivare le energie vitali del paziente.

Contenuto disponibile solo per utenti registrati, registrati per accedere a tutti i contenuti